lunedì 26 giugno 2017   ::  
Text/HTML


(video-opere principali di Leonardo da Vinci - arielmiryart ) 

viso di leonardo.jpg

Leonardo Da Vinci 

 (1425-1519)

                                   by Giuseppe Abbati

 

 

Breve introduzione: nacque a Vinci, in Valdarno, dal notaio Ser Piero. Poco si sa della sua fanciullezza e della prima adolescenza. Nel 1469 si trasferì col padre a Firenze,  fu introdotto nella bottega del Verrocchio, nella quale si trovavano anche il Perugino e il Botticelli. E' improbabile che Leonardo abbia avuto un'educazione regolare di tipo umanistico, se egli stesso si definiva "omo senza lettere", ma certamente egli conobbe i principali dotti e artisti del tempo. Dal 1469 al 1483, approfondì dunque le sue concezioni in quasi tutti i campi dello scibile; pittura, scultura, musica, matematica,  ingegneria, architettura, anatomia, meccanica, idraulica, geometria, fisica, botanica, ecc.

Intanto i tempi a Firenze erano cambiati e Leonardo, come altri artisti, cercò lavoro altrove. Nel 1483 andò a Milano, alla corte di Ludovico il Moro. Qui egli impiegò le sue capacità di costruttore, di pittore e di scultore. Ideò la statua equestre di Francesco Sforza, dipinse la Vergine delle Rocce, la Dama dell'ermellino, il Cenacolo e attraversò nel complesso uno dei periodi più sereni. Nello stesso tempo procedette con le sue meditazioni enciclopediche, stendendole spesso in modo disordinato sulla carta. Dopo la caduta del ducato di Milano, Leonardo vagò da una città all'altra - Firenze,  Mantova, Venezia, fu al servizio di Cesare Borgia, poi di nuovo a Milano , nel 1513 a Roma. In questo periodo dipinse il ritratto di Isabella d'Este, il cartone di Sant'Anna, la Gioconda (1503-1505) la battaglia di Anghiari e compì altri lavori e studi.

Nel 1517 si trasferì in Francia, chiamato da Francesco I. E qui continuò le sue attività dipingendo, fra l'altro, il San Giovanni Battista e Sant'Anna con la Vergine il bambino e l'agnello.  Morì nel Castello di Cloux (Amboise).

Leonardo ebbe una mente prodigiosa, fu un grandissimo artista ed ebbe intuizioni geniali. La vastità dei suoi interessi testimonia, da una parte, la sua ricerca di una legge unitaria e razionale che, secondo la filosofia dello stesso Ficino, collegasse i vari campi dello scibile, e dall'altra parte, i pochi limiti che la sua mente aveva . Purtroppo, per poter inseguire tante discipline, l'opera di Leonardo rimane spesso inespressa o appena abbozzata.

Opere: l'opera letteraria di Leonardo è frammentata e disorganica. Egli fermava sulla carta idee, intuizioni e riflessioni, senza nessun ordine. Abbiamo per esempio un Trattato della pittura che è in realtà una raccolta di suoi manoscritti (1452-1519) fatta verso il 1550 da un anonimo. Esso si apre con un paragone alla pittura con le altre arti, e quindi passa ad esporre le concezioni dell'autore secondo la sua stessa esperienza ed evoluzione.

L'idea basilare è che la pittura, pur imitando la natura, sia pur sempre un "fare di fantasia", una seconda creazione umana della realtà.  Gli altri numerosi manoscritti sono stati raccolti,  in modo spesso arbitrario, in Codici, di cui i più noti sono il Codice atlantico della Biblioteca Ambrosiana (MI) e il Codice Arundel del British Museum.

L'italiano di Leonardo non è quello raffinato degli umanisti, ma possiede una forza espressiva e un vigore eccezionali. Le sentenze, le parabole, le favole, i pensieri, ecc. contenuti negli scritti leonardeschi sono di grande  interesse per le osservazioni, le idee e per una migliore comprensione del pensiero, anche morale, del loro eccezionale autore.

 

(marzo 2014- Giuseppe Abbati   aminamundi )


viso di leonardo.jpg home page
Charles BAUDELAIRE :: Attilio BERTOLUCCI  :: alle fonti del cutumno carducci  :: Gabriele D'ANNUNZIO INTERVISTA  :: Dante e San Francesco canto XI :: Valentine DE SAINT POINT  :: Carlo Emilio GADDA :: Giacomo LEOPARDI  :: Leopardi Giacomo e Simonide  :: Leonardo da Vinci e le sue opere  :: Giorgio LA PIRA note di NINNJ DI STEFANO BUSA' :: Mario LUZI  :: Alessandro MANZONI  :: Gabriel Garcia Marquez deceduto  :: Alda MERINI  :: Eugenio MONTALE :: NOVALIS :: Alessandro PARRONCHI  :: Francesco Petrarca - riassunto opere e biografia  :: Giovanni PASCOLI :: Fernanda PIVANO  :: Antonia POZZI POETESSA :: Salvatore QUASIMODO  :: Clemente REBORA  :: Gianni Rodari, la grammatica della fantasia  :: Manlio Sgalambro (accetta un consiglio)  :: Leonardo Sinisgalli  :: Tonino GUERRA :: Giuseppe UNGARETTI :: Oscar WILDE  :: La grande bellezza and the lamb di Blake  :: Aldo Rosselli vita  :: Andrea Zanzotto  :: Maria Allo Dino Campana
Copyright (c) 2000-2006    ::   Condizioni d'Uso