lunedì 23 ottobre 2017   ::  
Text/HTML


a nascondino 

poesia di    Edio Felice  S c h i a v o n e


 

A  NASCONDINO

(Variante)

 

A cicli quotidiani

(a guisa del disfare e del rifare

 la favola del giorno)

il compito misterico,

atavico, trovarsi,

nonostante la boria.....

in lunga fila indiana

dinnanzi al Camposanto,

o aggrappato al cancello

da orfanello piangente:

invocare, chiamare a squarciagola,

oltre, al di là del viale dei cipressi,

laggù, in fondo, laddove giostra l'uso

immaginario, perenne, monotono

d'un gioco imbambolante, inavvertibile,

tacito, inestricabile,

nella breve penombra filiforme

d'un fiore giallo-pallido,

dietro, sotto una scheggia

sagomata di marmo.

 

Tratto da Schegge  - io e il mio tempo - (II p.)  autore Edio Felice Schiavone


schiavone.jpg


N O T E   BIOGRAFICHE E  BIBLIOGRAFICHE

Edio Felice Schiavone e' nato il 30 agosto 1927 a Torremaggiore (Foggia). Già Primario Pediatra, risiede a Santo  Spirito in provincia di Bari.

 

Le opere  principali del poeta sono raccolte nelle seguenti  sillogi:

La morte non ha la smorfia del teschio  - Editore Castaldi Milano  1961.

Io e il mio Sud - parte prima - Ed. Cappelli - Bologna 1987.

Io e  il mio Sud - parte seconda - Edizioni del Leone - Venezia 1990.

L'uomo questo mistero - Edizioni del Leone - Venezia 1993.

Senza l'uomo - Edizioni del Leone - Venezia 1997

Quasi un diario - (parte Prima) - edizioni Helicon - Arezzo 2000

Poesia Dove, edizioni Portofranco - Taranto 2002

L'ultima sera di carnevale - poesie tradotte in serbo croato - Edizioni Mladost - Belgrado 1996

Io, gli uomini e gli amici - edizioni Genesi - Torino 2007

Schegge (io e il mio tempo  - prima parte ) Bastogi Editrice Italiana Foggia 2007

A Sbalzi.... (poeti dell'Histonium) Edizoini Cannarsa - Vasto 2008

Schegge (io e il mio tempo - parte seconda) Edizioni il Levante Bari 2011

 

Molti Critici letterari  hanno dedicato almeno una recensione  al poeta Edio Felice Schiavone, in sintesi pubblichiamo alcune note,  tratte dalla Prefazione relativa la Silloge - Schegge parte seconda - edita da Levante Editore

Con Schegge (seconda parte) Schiavone Edio Felice  conquista la vetta del suo lungo e infaticato percorso  poetico. Si fregia di una distinzione particolare di poeta che vive la  poesia come la vita stessa, rinvenendo in essa l'essenza del mondo finito e infinito, fisico e metafisico , la radiosa e sublime Verità senza veli, nella sua nuda e sublime bellezza ......(Antonio Crecchia)

SCHEGGE sicuramente rappresenta un momento importante nella storia di Schiavone, che non mancherà di offrirci ulteriori testimonianze della sua straordinaria vitalità poetica.,,,,  (Angelo Lippo)

Questa silloge mette in luce, ancora una volta, la forza ironica e satirica di un uomo che vive in maniera severamente critica il suo  tempo, conservando in delicata custodia i sentimenti autentici, propri di chi, come lui, si è formato all'insegna dell'etica e dell'onestà. Una silloge  in cui c'e. ancora una volta, come recita il sottotitolo, tutto intero l'uomo Edio Felice Schiavone.....(Grazia Stella Elìa)

Conosciamo da tempo la forza interiore della straordinaria poesia di Edio Felice Schiavone, la sua denuncia della "follia estrema delle contraddizioni" della Storia e lo scavo quasi filosofico o mistico dei misteriosi processi genetici della Natura - elementi e pregi - già visibili nella prima parte (pubblicata nel 2007) di queste sue poetiche Schegge, la dove il discorso poetico acquista la forma addirittura dell'epopea . In questa ulteriore estensione, quel progetto raggiunge forse il suo culmine e sopratutto sembra magnificare opportunamente e in maniera del tutto originale  il proprio linguaggio , che qui potrebbe definirsi addirittura esplosivo! .....  (Neuro Bonifazzi) -.


Moltissimi riconoscimenti e menzioni d'onore sono state offerte insieme ai Premi letterari internazionali vinti dal nostro poeta Edio, un poeta straordinariamente presente nel canto della vita. Un poeta dolcissimo al contempo capace di combattere con l'arma dell'ironia e dell'alta dignità morale, la sfida quotidiana con la sofferenza, le brutture dell'ingiustizia, il dolore della malattia.


TORNA HOME PAGE

 

STORIA- sintesi epoca PRE-SOCRATICA  :: PLATONE - tutti i dialoghi e riassunto  :: S.BERNARDO ED IL TEMPLARISMO :: CHE COS'E' IL MALE PER S.AGOSTINO  :: SAN TOMMASO E LE DISPUTE TEOLOGICHE :: STEINER E GHOETE - SCIENZA E CREATIVITA'  :: Editto di Milano, 313 storia del cristianesimo :: IL CRISTIANESIMO ED IL DESIDERIO INFINITO  :: SCHOPENHAUER - (1788-1860) :: BERGSON -Filosofia dell'intuizione :: PEIRCE - imparare ad interpretare  :: LEO STRAUSS, brevi cenni biografici :: GADAMER - riflessione sul cammino della filosofia  :: Ludwig Wittgenstein - il Tractatus  :: LOVELOCK - riflessioni su Gaia  :: Storia del Cristianesimo e Occidente di Angelini  :: Leo Strauss SENOFONTE E LA TIRANNIDE di Cattaneo  :: Utopia e George Kateb :: Rainer Maria Rilke lettera a un giovane poeta  :: Luigino Bruni , Dono e Scambio economico  :: ARIOSTO e i Poeti che svendono il tempo :: La diversità e la multicultura di Miriam Binda  :: Giuseppe De Carli vaticanista lodigiano :: Fabriano - il senso comune da Locke a Hegel  :: Gandhi vegetariano  :: il volto umano del processo spirituale  :: Shakespeare love e mistery  :: Oscar Wilde - Il critico come artista  :: Andy Warhol a Milano fino 9 marzo 2014 di M.Binda :: ZAMBARBIERI PALAZZO SOMMARIVA LODI :: Franco Volpi tra fede e Nietzsche  :: MIRIAM BINDA IN DIFESA DELLA POESIA SHELLEY  :: Jean Boudrillard intervista  :: Pirandello Oltre la ragione degli altri  :: Armando ALCIATO e la sua poetica  :: Roberto Fabris, lo scemo del villaggio  :: FABRIS Roberto poesie: questi rami questi silenzi  :: MESCHIERI Matteo uccidere gli spazi  :: SCHIAVONE Edio Felice a nascondino (poesia) :: IL VETRO VERDE DI DUCHAMP e il surrealismo :: ARTURO SCHWARZ ed il surrealismo  :: TESI Donatella libro verità il cancello chiuso :: Roberto Fabris Punto Nave  :: Miriam Binda: Extended circle -Tord Gustavsen :: Leon Battista Alberti umanista ed architetto :: Kabbala; IL LIBRO DELLO ZOHAR cenni storici  :: Busà Di Stefano - declino ed evangelizzazione  :: il bosco della ragnaia  :: Giovanni Della Rochelle  :: Il giullare Ivano Fossati  :: Ninnj Di Stefano Busà - la poesia arte del verbo  :: Karl Popper la lezione di questo secolo :: Compaagni di Rione Roberto Fabris  :: Bolivia in bicicletta  :: Jean Danielou :: DELLA PORTA NAPOLI  :: Corrado Calabro mi manca il mare Miriam Binda  :: Roberto Fabris il nulla  :: Fabio Strinati poesie
Copyright (c) 2000-2006    ::   Condizioni d'Uso